Registrati     Accedi    
vacanze
Mercoledì 18 gennaio 2017

Heidelberg, un viaggio inaspettato

Heidelberg, un viaggio inaspettato 0
Heidelberg, un viaggio inaspettato 1
Heidelberg, un viaggio inaspettato 2
Heidelberg, un viaggio inaspettato 0
Heidelberg, un viaggio inaspettato 1
Heidelberg, un viaggio inaspettato 2
Probabilmente molti di voi la conosceranno già, l'avranno già visitata o quantomeno l'avranno già sentita nominare. Data la mia grande passione per la geografia, io non la conoscevo.

E forse è stato proprio questo, non avere aspettative, a farmela apprezzare tanto.
Heidelberg è una cittadina della Germania molto pittoresca. Passeggiare per le sue vie riempie il cuore. A volte sembra di essere in quei paesini tipici italiani, dove il tempo sembra essersi fermato a cinquant'anni fa, dove potevi lasciare scorrazzare i bambini qua e là per i vicoli del paese senza preoccuparti dei pericoli di oggi: semafori, macchine, incroci! 

Inevitabilmente lo sguardo è attirato dal castello di Heidelberg, situato in una posizione strategica qualche decina di metri sopra il fiume Neckar, che domina il centro storico. E' uno dei più famosi della Germania, parzialmente ricostruito dopo la guerra dei Trent'anni. Al suo interno nasconde particolarità inaspettate, come la 'botte di vino più grande del mondo': oltre 200.000 litri di capienza, fa quasi impressione. Sarebbe anche interessante capire lo scopo di creare una botte così grande!
Sfruttando la posizione sopraelevata, dopo aver attraversato il ponte vecchio accessibile solo ai pedoni, consiglio una passeggiata sul 'sentiero dei filosofi': un percorso lontano dalla civiltà, immersi nella natura, con la possibilità di vedere dall'alto tutto il centro storico. Veramente suggestivo.

Dopo una sosta in una delle innumerevoli birrerie, una visita all'università merita proprio: oltre ad essere una delle più vecchie della Germania, ospita un museo molto interessante ed un'aula magna che sembra un palazzo del '700. E magari quei bellissimi affreschi lo sono anche. Dovrei informarmi. Dulcis in fundo, io non credevo, ma è così, la biblioteca contiene oltre 6 milioni di libri! Avete idea di quanti siano 6 milioni di libri? Io no, ma una volta entrati ti rendi conto che sono davvero tantissimi! L'ingresso è gratuito quindi nel caso visitiate la città questa, a mio parere, dovrebbe essere una tappa.
Io sono particolare, mi appassiono anche a cose fuori dalle righe. Un po' bizzarre. Per questo motivo mi è rimasto in mente il carcere. Esatto, ad Heidelberg si può visitare un carcere, che fa parte del museo dell'università. E' un carcere, ovviamente ora inutilizzato, per studenti. So che sembra strano, ed è proprio questo che mi ha incuriosito. In uso dal 1500 al 1900 circa, serviva come punizione per gli studenti che la sera bevevano e creavano disordini. Qualche giorno di carcere aveva lo scopo di far smettere di bere in modo esagerato i ragazzi. Peccato che i ragazzi vivevano il carcere in modo opposto: chi veniva imprigionato era considerato una sorta di eroe, e per tutti era quasi un obiettivo da raggiungere prima di terminare l'università. Ancora oggi sulle pareti del carcere si possono leggere le frasi od osservare i graffiti che negli anni sono stati lasciati dagli studenti in memoria del loro passaggio. Spesso molto spiritosi!

E per gli amanti delle feste, Agosto è il mese che fa per voi: feste su feste nel castello!

Un saluto!
vacanze.it utilizza i cookie per garantire una migliore esperienza sul sito. Continuando la navigazione, si acconsente all'utilizzo dei cookie. OK